Dalla prossima stagione 2020/2021 abbiamo deciso di rinforzare, per le categorie Esordienti e Giovanissimi, lo staff a disposizione delle nostre squadre.
Gli aspetti atletici, coordinativi e metabolici che già curavamo in precedenza tramite i nostri tecnici saranno supervisionati e gestiti da due preparatori che avranno quindi il compito di lavorare e calibrare, insieme ai tecnici, l’ “Area atletica” delle nostre squadre.

Cosa vuol dire? Ore di gradoni, corse intorno al campo e altre prove di forza attendono i nostri ragazzi?
Decisamente no! Si lavorerà integrando l’area atletica con quella tecnica e tattica, con carichi mirati e lavori che spesso comprenderanno l’utilizzo del pallone.

Parola quindi ai preparatori che ci spiegheranno meglio di cosa si occuperanno e come lavoreranno!

Luigi Sabatino, già tecnico dell’attività di base e attivo con il settore giovanile come allenatore della categoria juniores regionale, laureato in scienze motorie e specializzato con un master come preparatore atletico calcistico, sarà a disposizione della categoria Giovanissimi (2007 e 2006).
” È molto gratificante proseguire il percorso all’interno della MFA, soprattutto per i valori umani che compongono questa realtà calcistica. La società si è impegnata nello sviluppo dell’area fisico-atletica all’interno del progetto tecnico della prossima stagione. Sono molto contento di poter mettere a disposizione le competenze maturate in questi ultimi anni in campionati regionali e non solo.  L’obiettivo è quello di fornire ai ragazzi una formazione completa.
Svilupperemo la parte atletica sia con lavori integrati, che a secco, l’obiettivo sarà quello di monitorare i miglioramenti dei ragazzi con dei test durante specifici momenti della stagione.
Stiamo pianificando insieme alla direzione e ai tecnici anche questi primi giorni di allenamenti e open day per la prossima stagione e daremo un piccolo assaggio del lavoro che faremo in tal senso.  Reputo che ci siano tutte le condizioni per far bene, speriamo di tornare alla normalità il prima possibile in modo da poter riprendere il percorso di crescita con i ragazzi.”

Roberto Sartoris, già tecnico nella nostra attività di base, laureato in scienze motorie, preparatore atletico e tecnico di squadre sia del settore giovanile che di adulti, si occuperà della categoria Esordienti (2009 e 2008).
“Nella categoria Esordienti l’idea di un “preparatore motorio” più che atletico in senso stretto, innanzitutto, servirà andare a colmare alcuni limiti motori/coordinativi che i ragazzi possono avere e che gli permetteranno di apprendere ancora meglio gli insegnamenti tecnici e tattici degli allenatori. Nello specifico andremo a valutare eventuali le abilità motorie nella corsa, negli appoggi, nel saltare e andremo poi a lavorare per correggere e in generale lavoreremo tanto sul controllo motorio, stimolando una migliore percezione del corpo e di conseguenza facilitare il perfezionamento dei gesti tecnici da parte dei ragazzi.
Poi cureremo alcuni aspetti legati alle capacità condizionali: rapidità, forza e un inizio di resistenza alla velocità e alla forza che nella categoria Esordienti inizia ad essere stimolata tramite esercitazioni legati al contesto di gioco e alle situazioni che dovranno affrontare in partita.”

Inoltre sempre Sartoris, a partire dalla prossima stagione, si occuperà di un nuovo progetto di rinforzo atletico, coordinativo e posturale rivolto a tutte le categorie e annate.
Il preparatore formerà piccoli classi da massimo quattro ragazzi, di età omogenee, per lavorare con attenzione e qualità sui dettagli.
Il progetto ha come obiettivo il potenziamento e lo sviluppo delle abilità coordinative, condizionali e motorie dei nostri ragazzi oltre che la prevenzione di infortuni nei più grandi o problematiche posturali.
Questo tipo di lavoro, probabilmente inutile fino a 20/30 anni fa, in questo periodo storico può diventare fondamentale per i ragazzi che svolgono meno ore di movimento e spesso hanno più difficoltà a livello coordinativo e motorio (per cause genetiche, per le esperienze di vita e per l’attitudine diversa da bambino a bambino).
L’idea è quella di offrire un prodotto di qualità grazie al rapporto numerico tra il preparatore e i partecipanti e dare un’attenzione maggiore rispetto a quello che si riesce a fare nelle normali sedute di allenamento.”
Gli allenamenti del progetto si svolgeranno al Bettinelli nelle fasce orarie precedenti l’allenamento oppure in altre fasce orarie da concordare direttamente con il preparatore.
I pacchetti e le sessioni sono prenotabili contattando la segreteria, verrete contattati poi direttamente da Sartoris per le specifiche.