Un mese e mezzo di ripresa anche per le nostre numerose squadre 2010 e 2011, impegnati su più fronti tra allenamenti e numerose partite scelte per riprendere il ritmo degli impegni sportivi e per sfruttare il periodo iniziale dell’anno giocando molte partite e cercando di calibrare il livello delle partite in modo il più possibile adeguato alle capacità dei nostri giovani calciatori.

Crediamo di aver impostato un ottimo precampionato giocando partite diverse e alzando parecchio il livello delle competizioni affrontando le migliori scuole calcio della città, spesso con ottimi risultati, e confrontandosi con società professionistiche come Milan e Atalanta per accrescere le esperienze sportive dei nostri ragazzi.

Nella settimana in cui ripartiranno i campionati giovanili facciamo il punto della situazione con i due responsabili delle annate in questione.

Partiamo dai 2010, dando la parola a Mattia Piatti:  “Il gruppo è ottimo, soprattutto per l’apporto di tanti ragazzi che innalzano l’asticella di ciò che può fare questo settore giovanile in futuro: 4 tecnici sempre impegnati tra raduni, allenamenti e partite, con Cristina (allenatrice dei portieri) sempre in contatto con gli estremi difensori. Abbiamo testato le nostre capacità nelle ultime settimane trovando sul campo tante belle giocate e tante occasioni in cui imparare dagli avversari. Si preannuncia una stagione ricca di emozioni ed occasioni uniche per la crescita di tutto il gruppo: sperando di vedere altre volte i nostri blues esultare per i buoni risultati ottenuti.
Con la speranza di crescere a vista d’occhio ci accingiamo ad entrare nel vivo di questa stagione 2020/2021 come abbiamo sempre fatto, puntando al massimo!”

Per i 2011 invece cambio della guardia e parola a Davide Naro : “I nostri ragazzi sono molto entusiasti, partecipativi e stanno migliorando le loro capacità tecniche, atletiche e di conoscenza del gioco giorno dopo giorno. Personalmente, ma posso parlare anche per l’intero staff e quindi per Marco e Asher non ci si accontenta mai e quindi non nascondo alcune difficoltà, dovute principalmente all’eredità della stagione precedente in cui la leva 2011 ha perso dei mesi fondamentali di passaggio dalla forma di gioco a 5 a quella 7, e in generale da un calcio più semplice ad una forma più complessa. Inoltre l’inserimento di molti ragazzi nuovi tra i nostri gruppi ha comportato e comporterà più lavoro per il nostro staff.
Nonostante questo stiamo osservando un graduale miglioramento dell’attitudine sportiva dei nostri, un approccio migliore negli allenamenti e nelle partite, una crescita della qualità individuale e collettiva che fa ben sperare per il prossimo inizio dei campionati. L’obiettivo resta comunque la crescita del singolo e delle squadre, puntiamo a fare sempre il massimo, non andiamo in campo per perdere ma nella nostra programmazione preferiamo avere qualche risultato in meno e avere un numero maggiore di giocatori pronti per i prossimi step del settore giovanile”

 

Un augurio a tutti i nostri “Pulcini” per i prossimi campionati!!